Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Resana

Provincia di Treviso - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Luglio  2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
             

News

Stemma Comunale

Ordinanza N. 17 del 13.06.2019: OPERAZIONI DI TRATTAMENTO PER DISINFESTAZIONE ZANZARE ED INTERVENTI SUL VERDE PRIVATO


COMUNE DI RESANA

Provincia di Treviso

 

ESTRATTO ORDINANZA DIRIGENZIALE N. 17 DEL 13.06.2019

OPERAZIONI DI TRATTAMENTO PER DISINFESTAZIONE ZANZARE ED INTERVENTI SUL VERDE PRIVATO

 

IL RESPONSABILE DELL’AREA TECNICA

 

PREMESSO che l'Azienda ULSS nr. 2 – U.O.C. – Servizio Igiene e Sanità Pubblica (SISP) con nota prot. n. 33526 in data 20/2/2019 trasmessa a mezzo p.e.c., e pervenuta al protocollo comunale n. 2472 del 11/03/2019 ha comunicato le lineee guida,modalità operative e regole di buona condotta al fine di contenere lo sviluppo di zanzare;

 

VISTE le indicazioni impartite dalla Regione Veneto attraverso il DGVR n. 174 del 22.02.2019 “Istituzione di un tavolo tecnico intersettoriale sulla malattie trasmesse da vettori e misure per la programmazione delle attività di controllo e contrasto dei vettori per il biennio 2019-2020”, pubblicato sul B.U.R. del 1.3.2019, che dispone l'effettuazione di interventi adulticidi e larvicidi, e seguendo eventuali ulteriori indicazioni verificate dal personale sanitario incaricato della vigilanza;

 

DATO ATTO che per il periodo giugno/ottobre 2019 l'Amministrazione Comunale ha già provveduto con specifico appalto ad incaricare una ditta per l'esecuzione degli opportuni trattamenti antilarvali ed adulticidi contro le zanzare in aree pubbliche (caditoie stradali ed aree esterne) ma che è indispensabile che le azioni di contrasto allo sviluppo delle zanzare siano adeguatamente attuate anche nelle aree private e che nelle stesse siano comunque posti in atto i dovuti accorgimenti da parte dei singoli titolari dell'uso della aree stesse, per evitare la proliferazione di detti insetti;

 

CONSIDERATO inoltre, che a seguito degli eventi calamitosi che hanno colpito la marca nel periodo autunnale 2018 e stante la frequenza con la quale gli stessi si verificano, risulta necessario intervenire con la eliminazione e/o contenimento di alberi pericolosi e siepi esuberanti, specie se prospicienti aree pubbliche e strade, al fine di ridurre il pericolo di schianti e riducendo così la superficie vegetale esposta alle azioni del vento; inoltre va ripristinata la valenza idraulica delle affossature private, garantendo un idoneo sgrondo delle acque ed evitando così anche il ristagno delle stesse;

 

Dopo attenta valutazione del contesto con il personale dell'Azienda ULSS2 e comunque seguendo le indicazioni operative:


ORDINA

A tutti i cittadini residenti, amministratori condominiali, operatori commerciali, gestori di attività produttive (agricole, artigianali ecc.), ricreative, sportive e in generale a tutti coloro che abbiano l’effettiva disponibilità di aree aperte nel territorio comunale le seguenti direttive per la prevenzione del proliferare delle zanzare:

 

- svuotare giornalmente qualsiasi contenitore di uso comune con presenza di acqua e, ove possibile, lavarli e capovolgerli (bacinelle, bidoni, secchi, annaffiatoi);

 

- coprire ermeticamente i contenitori d'acqua inamovibili (bidoni, cisterne).

 

- trattare in forma preventiva e periodica le caditoie ed i tombini presenti in giardini, cortili e nelle aree esterne di pertinenza degli edifici con prodotto disinfestante larvicida in compressa già dal mese di aprile fino al mese di ottobre.
La periodicità dei trattamenti deve essere congruente alla tipologia del prodotto usato, secondo le indicazioni riportate in etichetta; il trattamento deve essere ripetuto dopo ogni pioggia di forte intensità;

 

- registrare i trattamenti in apposito registro e conservare le ricevute di acquisto dei prodotti, da esibire su richiesta delle autorità di controllo;

 

- provvedere al taglio periodico dell'erba e al contenimento della vegetazione nelle aree verdi, anche nelle zone extraurbane ed agricole incolte, per evitare che possano occultare microfocolai;

 

- evitare l'accumulo di rifiuti di ogni genere in quanto possono dare luogo alla formazione di focolai larvali, evitare il ristagno delle acque meteoriche o di qualsiasi altra provenienza e tenere sgombri i cortili e le aree esterne da erbacce, sterpi che ne possano celare la presenza;

 

- curare il perfetto stato di efficienza di tutti gli impianti idrici allo scopo di evitare raccolte, anche temporanee, di acqua stagnante;

 

- procedere autonomamente, dal mese di aprile al mese di ottobre, ad eseguire disinfestazioni periodiche di focolai larvali;

 

- conservare i pneumatici in aree rigorosamente coperte o, in alternativa, disporli a piramide, dopo averli svuotati da eventuale acqua, ricoprendoli con telo impermeabile fisso o teso, assicurandosi che non formi pieghe o cavità dove possa raccogliersi acqua piovana;

 

- eliminare o stoccare in luoghi chiusi gli pneumatici fuori uso e non più utilizzabili, dopo averli svuotati da ogni contenuto di acqua;

 

- provvedere alla disinfestazione larvicida e/o adulticida, con cadenza quindicinale, dal mese di aprile al mese di ottobre, degli pneumatici privi di
copertura;

 

- coprire ermeticamente tutti i contenitori per la raccolta dell'acqua (bidoni, annaffiatoi, secchi, bacinelle, ecc.),

 

- avere cura nell'evitare la formazione di tutti i ristagni d'acqua occasionali, comprese le pieghe di eventuali teloni di copertura, e provvedere alla loro eliminazione nel caso essi comunque abbiano a formarsi;

 

- eliminare le raccolte d'acqua nei sottovasi;

 

- tutti i contenitori utilizzati saltuariamente (es. piccoli annaffiatoi o simili) dovranno essere sistemati in modo da evitare la formazione di raccolte d'acqua in caso di pioggia;

 

- l’abbattimento di tutti gli alberi pericolanti o la loro messa in sicurezza anche attraverso la potatura, e comunque il taglio di tutti i rami gravanti verso la sede stradale;

 

- la riduzione di tutte le siepi specie quelle fronteggianti strade pubbliche, anche al fine di ripristinare la corretta visibilità sulla stessa sede viaria ai sensi del vigente codice della strada;

 

- lo spurgo e la manutenzione di fossati privati a carico dei frontisti, al fine di evitare ristagni d’acqua e per ripristinare la valenza idraulica degli stessi;

 

Resana 13/06/2019

Il Responsabile del Servizio

Arch. Martino Pierobon

 

In allegato l'ordinanza in formato PDF

Allegati Notizia

Data ultimo aggiornamento: 17/06/2019
Via Castellana 2 - 31023 Resana (TV)
Codice Fiscale 81000610261 - P.I. 00853780260
E-mail: protocollo@comune.resana.tv.it PEC: protocollo.comune.resana.tv@pecveneto.it